Peak experience

magritte1

Dopo aver per anni scomodato i suoi demoni perenni, i suoi manuali di psicologia umanistica, i rimedi nel cassetto contro i malesseri dell’anima e tutta quell’autoreferenziale tiritera faidaté. Per anni.
Le bastò allora la semplicità di pochi attimi. Le bastò.
Capì che per amare non doveva aver bisogno. Che l’amore non concepisce utilitarismi.
Che l’amore c’è, e basta. Non si elemosina, non si mercanteggia, non si compra.
E capì di non aver bisogno, finalmente.
Intravide quella libertà, in una serata di mezza estate. La lasciò passare senza desiderare di possederla. E quella brezza di aria leggera entrò in lei.
Improvvisamente serena, anche se per un attimo. Quell’attimo era per sempre.

Annunci

2 pensieri su “Peak experience

Quello che vuoi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...