Di vecchi libri polverosi

First Choice, By David Carson Taylor

Ci sono momenti in cui apri gli occhi. O meglio, qualcuno te lo fa notare. Magari involontariamente. O forse è il messaggio di un sogno.
Ti guardi intorno. E vedi che la tua vita non è altro che un’enorme pila di libri impoverati. Alcuni ingialliti, alcuni mai letti. Alcuni odiati.
Quasi tutti inutili. Nient’altro è rimasto.
E capisci che non è necessario apprendere sempre. Capisci che non è necessario farsi accettare, sempre. Che non è necessario dimostrare, rincorrere, cercare, elemosinare. Sempre.
Perché la vita è una necessaria passeggiata in solitario. Lontano dagli inutili libri, dalla povere che intasa le vie respiratorie e irrita i sensi. Lontano da tutte le persone sbagliate che hai incontrato. Lontano dal passato scomodo che non sei mai riuscita a gestire.
Non vogliono essere opera d’arte, queste parole. Né sfogo o consapevolezza.
Ahimé la consapevolezza non appartiene ai lettori compulsivi.
No. Non vuoi più nulla, non vuoi cercare più nulla o nessuno. Solo passeggiare in solitario lontano da quella stanza cupa.
Se sola dev’essere, che sia tra le stelle, almeno.

Annunci

7 pensieri su “Di vecchi libri polverosi

  1. Mai smettere. Di cercare, di sognare, di immaginare, di ostinarsi, di volere, di guardare, di aspettare o di andarsene, di mordere, di piangere o sorridere. Mettici tu quello che vuoi.
    Ma mai smettere.

  2. Forse. Però ti rendi conto che c’è chi è andato avanti. E c’è chi si è fermato in una stanza piena di sogni e di vecchi libri fuori catalogo.
    E allora capisci molte cose.

    • E allora? Cosa ne sa, chi è andato avanti, di tutto quello che c’era racchiuso tra le pagine di quei libri? Cosa ne sai tu, di cosa sarebbe stato se non ti fossi fermata in quella stanza?
      Io non so, non ho ricette per me figuriamoci per le altre persone. Alterno giorni buoni ad altri no, entusiasmo e buio profondo.
      Ma aspetto domani, sempre. Ho ancora fame di troppe cose, e così poco tempo a disposizione.
      Apri le finestre alla stanza, fagli entrare luce e sogni nuovi. Immaginazione e speranza sono alla base di ogni azione, diceva qualcuno. Esci per correre, per sentire il freddo della mattina presto pungerti la pelle e i muscoli che si fanno sentire.
      A me, ogni tanto, piace riascoltare questo http://www.youtube.com/watch?v=jMScVXySbk4. Non so se ti potrà regalare almeno un sorriso.
      Lo spero.

    • ma certo … però non so se ti piacerebbe 🙂 perché io non ho più fame di nulla. ho incontrato varie persone che me l’hanno fatta passare.
      diciamo che sto passando un’anoressia esistenziale. capita. meglio così, che essere divorati.

      • Di persone ne è pieno il mondo. Giuste e sbagliate, simpatiche e non. Io tendo a cancellare quelle sbagliate, quelle che ritengo dannose per me. Le ho cancellate senza appello per non rimanerne contagiato, per continuare ad esser capace di distinguerle dalle altre. E per questo sono stato accusato spesso di essere troppo intransigente.
        Ma così facendo ho preservato la mia fame. Non tutta, una parte comunque l’ho persa per strada.
        E ho periodi bui, penso come tutti. Ho molti momenti tranquilli, di “limbo esistenziale” direi. Pochi entusiasmi. Ma non capitolo. So che domani aprirò una nuova finestra e vedrò entrare il sole.
        O almeno questo è lo scopo del domani.
        Buon domani anche a te.

  3. su questo mi vedi d’accordo. anch’io ho lasciato “scivolare” le persone negative sulla mia pelle. non le ho cancellate, perché, soprattutto quelle che ti fanno male, che ti lasciano una cicatrice, non è possibile cancellarle. però è possibile lasciarle scivolare via. e andare avanti.
    comunque l’appetito mi è passato 🙂
    vabbé, vuol dire che scriverò qualcos’altro… ci provo 😉

Quello che vuoi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...